© Silvia Piredda 2018

Pensieri di un adolescente depresso


Un adolescente depresso descrive se stesso, il mondo e il futuro in modo negativo; pensa di non valere abbastanza o affatto a scuola, nello sport, nella musica e nei rapporti con gli altri; pensa di essere inutile, incapace e colpevole della sua sofferenza o della sua diversità.

• Non sono capace di fare niente;
• Ho deluso tutti;
• E' tutta colpa mia, me lo merito;

Un adolescente depresso non riesce a vedere la sua vita nell'insieme, perchè dà un grande significato solo agli aspetti negativi della realtà, mentre minimizza o non riconosce gli aspetti positivi e questo lo porta a pensare in modo 'tutto-o-nulla', a generalizzare, a interpretare le situazioni solo in chiave negativa personale, a considerare le sue sensazioni come fatti reali e a comportarsi come se tutto fosse inutile.

Ecco alcuni pensieri tipici di un adolescente depresso:

• Non valgo niente;
• Ho sbagliato una cosa, quindi sbaglio tutto;
• Se non sono il migliore, non valgo nulla;
• Ha detto che non sono simpatica/o, quindi mi odia,
• Non mi ha salutato, quindi non mi sopporta;
• Ho la sensazione che il futuro sia nero, quindi il futuro sarà senza speranza;
• E' tutto inutile e sarà sempre così;

Un adolescente depresso descrive se stesso come solo e indegno o incapace di fare nuove amicizie ed è convinto che famiglia, amici, insegnanti e compagni di scuola abbiano, nei suoi confronti, solo un atteggiamento indifferente, ostile o critico.

"A nessuno importa di me"
"Nessuno potrà mai trovarmi interessante"
"Nessuno mi vuole bene"
"Tutti sono contro di me"

"Il quadro mostrava una creatura calva e angosciata, con la testa che pareva una pera rovesciata, le mani premute sulle orecchie e la bocca aperta in un immenso urlo muto. Onde contorte del tormento della creatura, echi del suo grido, fluttuavano nell'aria che la circondava; l'uomo o la donna, qualunque cosa fosse, aveva finito per essere contenuta nel proprio urlo. Si era coperta le orecchie proprio per non sentirlo. La creatura era in piedi su un ponte e non c'era nessun altro presente; urlava nell'isolamento più totale. Tagliata fuori dal suo sfogo oppure, nonostante il suo sfogo." (Philip K. Dick, Ma gli androidi sognano pecore elettriche?)

Quando la depressione è molto grave, un adolescente può sentire voci che criticano il suo comportamento o dicono che è tutto inutile o che è meglio farla finita.

Si tratta di allucinazioni, un sintomo grave che indica l'impossibilità di dare un senso a ciò che si prova, con la perdita di contatto dalla realtà, ed è presente anche in altri disturbi psichici, come la schizofrenia, le psicosi in genere e il disturbo bipolare, ma in modo diverso ed insieme ad altri sintomi.