© Silvia Piredda 2018

Depressione: un problema degli adulti?


Immagina l'umore come un termometro delle tue emozioni e delle tue reazioni: come sai può cambiare spesso, alla tua età...

Immagina di non avere più il controllo del tuo umore, cioè delle tue emozioni e delle tue reazioni: essere sempre tristi, stanchi, indifferenti, nervosi o arrabbiati, apparentemente senza un motivo reale, non è necessariamente un normale segno dell'adolescenza...

Se ti senti inutile, incapace, senza speranza, in colpa per il tuo modo di essere, anche se la tua vita è senza problemi agli occhi degli altri, avrai la sensazione di non avere più il controllo...

Se le tue emozioni e le tue reazioni sembrano slegate dalla tua volontà e da ciò che succede nella tua vita, OGNI COSA SEMBRA NON AVERE PIU' SENSO...

Se non hai più interesse per quasi nulla, come ascoltare musica, leggere, studiare, fare sport, divertirti, e non hai mai voglia di stare con gli altri, pensando che niente abbia più senso... da almeno due settimane di seguito, probabilmente hai un problema grave come la DEPRESSIONE e hai bisogno di AIUTO...

Per poter parlare di depressione, il cambiamento di umore deve durare almeno due settimane consecutive e non semplicemente alcuni giorni, anche se magari più volte in un breve periodo di tempo, e deve modificare la tua capacità di avere interessi, studiare, divertirti e i rapporti con gli altri (Koplewicz, 2002).

Un episodio di depressione non curato dura circa 8-10 mesi e il rischio di un altro episodio di depressione è alto, senza un intervento specialistico, dato che nell'arco di 2 anni, circa 4 persone su 10 avranno un altro episodio di depressione e questo numero aumenterà a circa 7 persone su 10, dopo 5 anni. (Brent e Birmaher, 2002).

La depressione negli adolescenti porta spesso al suicidio, che in Europa è la seconda causa di morte, dopo gli incidenti stradali, nella fascia d'età 15-24 anni.

Nel mondo, secondo i dati disponibili, soffrono di depressione circa 5 adolescenti su 100. (Organizzazione Mondiale della Sanità, 2006; Mccarthy et al, 2008).

Considerando i dati sulla diffusione di questa malattia negli adulti e la carenza di studi sugli adolescenti, il numero reale di adolescenti depressi potrebbe essere superiore...